Antipodi

MARC QUINN VENEZIA BIENNALE 2015

Se la stagione dei grandi viaggi, dopo Magellano, volse prosaicamente al termine,  l’attraversamento del Tartaro, la discesa nel Pozzo di San Patrizio (canali “stradali” che legano i due mondi diritto e rovescio), la reminiscenza pagana dell’Antipode, l’anelito di scoperta e la necessità iniziatica  è ancora praticabile e mantenibile in concetti filosofici e artistici sempre più spesso legati al vivere moderno  con le sue contraddizioni in termini di bello e buono e le differenze più di quanto non si attenda. Così Agli Antipodi dell’Arte. L’ARTE BRUT Venezia Biennale 2015  e gli Antipodi, il rovesciamento dell’informe ^

Poiché «chi non ha visto dei mostri, evidentemente non ha viaggiato» e se un mostro non viene trovato non significa che non esista, ma semplicemente «che abita più lontano».

Antipodiultima modifica: 2016-03-08T18:41:53+00:00da misteropagano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*